Come attivare un nuovo contratto

Stipula Contratto per Nuova Utenza Altri Usi

Si stipula un nuovo contratto quando presso il locale o luogo non è installato alcun contatore.

Le condizioni tecniche per la connessione dei clienti finali sono definite dalla Norma CEI 0-21 nel caso di connessioni alle reti di distribuzione con livello di tensione non superiore a 1 kV.

Il modulo per la richiesta e i moduli per le autocertificazioni sono prelevabili dalla nostra sezione dedicata alla modulistica.

Tutti i moduli di autocertificazione e di domiciliazione bancaria verranno inviati con il contratto da sottoscrivere e dovranno essere restituiti entro 30 giorni dalla data della nostra missiva, se non inviati precedentemente in uno alla richiesta di allacciamento.

Nel caso si tratti di lavoro semplice, l’operazione di allacciamento sarà effettuata in breve tempo dopo l’avvenuto pagamento del contributo contestualmente alla restituzione di tutta la documentazione debitamente compilata e firmata; nel caso si tratti di lavoro complesso i tempi per l’esecuzione dell’operazione di allacciamento possono non essere brevi.

Informazioni e documenti da presentare

  • indirizzo esatto del locale da allacciare
  • indirizzo di recapito delle bollette, se diverso da quello di fornitura
  • indirizzo di recapito delle bollette, se diverso da quello di fornitura
  • Potenza richiesta fino a 6 kw, con potenze modulabili in aumento o riduzione di 0,5 kw in 0,5 kw; oltre 6 kw fino a 10 kw con potenze modulabili in aumento o riduzione di 1 kw; oltre 10 e fino a 30 kw con potenze modulabili in aumento o riduzione di 5 kw;
  • Tensione di alimentazione (monofase 230V o trifase 400V)
  • Nominativo della persona, ragione o denominazione sociale della società a cui intestare il contratto
  • Codice fiscale e/o partita IVA della persona o società intestataria della fornitura
  • Documento d’identità della persona o del legale rappresentante della società intestataria della fornitura (copia leggibile)
  • Tipo di attività
  • Una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nella quale si dichiara la regolarità edilizia dell’immobile (D.P.R 380/2001 – Testo unico per l’edilizia e successive modificazioni)
  • Dati catastali dell’unità immobiliare da allacciare
  • Stralcio planimetrico della zona nella quale è ubicata l’unità immobiliare da allacciare; non è necessario se fa parte di un edificio composto da più di quattro unità immobiliari o è già allacciato alla rete elettrica
  • Copia degli atti autorizzativi
  • Copia del certificato di conformità dell’impianto
  • Autocertificazione per il servizio di maggior tutela
  • Se la richiesta è a nome di un’Impresa o di una Società, eventuale delega su carta intestata
  • Copia del Certificato o visura CCIAA e copia del documento del Legale Rappresentante
  • Codice ATECUE

Importante: nel presentare le autocertificazioni, si deve sempre allegare una copia di un documento di identità valido, come previsto dalla legge; in mancanza di tale documento l’autocertificazione risulta nulla.